Tag : 2010

A.K.

È un ragazzo albanese affetto da leucemia che è stato seguito dalla Clinica Oncologica dell’ospedale Burlo Garofolo di Trieste dove è stato sottoposto a diversi cicli di chemioterapia. Attualmente sta bene, è tornato in Albania, ritorna ogni otto settimane a Trieste per eseguire la terapia di mantenimento e le rachicentesi medicate.Leggi tutto

D.H. – 16 mesi

D.H. è un bambino croato di sedici mesi nato con un importante mielomeningocele, malformazione congenita del midollo spinale e della colonna vertebrale. Si accompagna con grande frequenza a idrocefalo e determina fin dalla nascita un grave stato di invalidità, con paralisi più o meno complete degli arti inferiori e svariati disturbi di diverso genere. AllaLeggi tutto

P.A. – 3 anni

P.A. è un bambino rumeno di tre anni, affetto da una rara malformazione cerebrale che lo porta ad avere crisi epilettiche non controllate. Giunto all’Ospedale Burlo Garofolo, è stato seguito dall’equipe dei Neurologi che dopo attente indagini diagnostiche è stata in grado di fornire al piccolo e alla sua famiglia una diagnosi e soprattutto unaLeggi tutto

M.S. – 1 anno

M.S. è una piccola di un anno proveniente da una zona poverissima della Romania. Presentava un considerevole ritardo dello sviluppo psicofisico associato alla presenza di crisi epilettiche che non erano mai state approfondite. La bambina è stata seguita dall’equipe di Neurologi ed è stata sottoposta ad accertamenti diagnostici, parte dei quali ancora in corso. ÈLeggi tutto

B.L.

B.L. è un ragazzo albanese affetto da leucemia. È giunto all’ospedale Burlo Garofolo di Trieste per essere sottoposto a chemioterapia non disponibile in patria. Oggi sta bene, sta per concludere il ciclo di reinduzione e presto tornerà a casa. Dovrà poi ritornare ogni otto settimane per la terapia di mantenimento.Leggi tutto

E.N. – 16 anni

E.N. è una ragazza mongola di sedici anni. È giunta in Italia due anni fa, per una forma grave di osteomielite aveva un arto inferiore più corto dell’altro di 12 centimetri. Si muoveva in sedia a rotelle ed è giunta in Italia con la speranza di poter camminare. D. è stata sottoposta a numerosi interventiLeggi tutto

M – 3 anni

M. è una bambina bosniaca di tre anni che presentava un ampio difetto interventricolare sotto aortico associato a dotto arterioso pervio. È stata sottoposta a un intervento di chiusura del difetto interventricolare e del dotto arterioso presso la cardiochirurgia di Bergamo. L’intervento è stato privo di complicazioni, M. è tornata a casa dopo un meseLeggi tutto